Il Blog del Della (2005 – 2010)

Libertà di espressione e collaborazione, dall'Open Source al Social Networking. Pensieri e informazione da Daniele Dellafiore.

Magie audio

Ieri notte ho installato con successo Pulseaudio sul PC.
Pulseaudio è un Sound Server multi piattaforma. In pratica un aggeggio come questo permette di gestire molto comodamente diversi sotto sistemi audio facendo magie come:

  • regolare indipendentemente il volume per ogni applicazione
  • passare un flusso audio da un sistema a un altro
  • fare queste cose in maniera trasparente su qualsiasi sistema audio presente sulla rete locale.

Cose tipo: dal portatile mandi in riproduzione un file audio sul PC fisso e quindi anche se il file sta sul portatile si sente attraverso il sistema audio collegato al PC.
Un gran bel giochino che si installa molto semplicemente e permette di superare i limiti dell’attuale sistema audio standard fornito con Ubuntu, spesso fastidiosi.
Ovviamente Pulseaudio è un sistema che lavora a “basso” livello, dal punto di vista delle applicazioni è trasparente (bè, quasi, ma non approfondiamo). Per l’utente ci sono solo delle opportunità in più e nessuno sbattimento ulteriore.

Rapido cenno a una delle tente risorse messe a disposizione dalla Electronic Frontier Foundation: una Guida Legale per blogger, utile se il vostro blog è un po’ troppo sovversivo e qualcuno inizia a lamentarsi. Pressioni sui blogger non sono cose che succedono solo in Iran…

Infine vediamo, semrpe in tema di audio, mi sono aggiornato sulla situazione dei driver Firewire IEEE1394 per linux per schede audio. Il sito di riferimento è ancora quello di FreeBob su cui trovare informazioni sulle specifiche schede supportate. Forse presto potrò ricomprarmi la Aureon 7.1 firewire che un anno e mezzo fa avevo restituito perchè non funzionava sotto linux. Attualmente FreeBob è a un buon livello, si installa comodamente in Ubuntu e i progressi continuano.

Interessante peraltro è il fatto che il prossimo kernel di linux, la 2.6.22 attualmente in RC3, conterrà tra le altre cose anche un nuovo stack firewire che sarà un buon propulsore per il futuro supporto a questa tecnologia. Lo stack è stato gentilmente contribuito da RedHat.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: