Il Blog del Della (2005 – 2010)

Libertà di espressione e collaborazione, dall'Open Source al Social Networking. Pensieri e informazione da Daniele Dellafiore.

Il razzismo ha rotto i coglioni

Una delle cose che, da sempre, trovo più intollerabile è confrontarmi con persone che sostanzialmente hanno un background (in italiano non mi veniva) culturale (…) paragonabile al mio che insistono a infastidirsi di fronte a qualcuno che prende poco sul serio la questione razzismo. O discriminazione. Insomma quelle situazioni in cui uno dice “negro” e qualcun altro storce il naso, o si indigna. Oppure dice “frocio”, è uguale. Ma sul secondo è più difficile trovare quelli che si indignano, perchè sai mai si possa prendere per froci anche loro… Lì di solito tutti a fare i maschioni e giù a ridere.

ubuntu.jpg

Basta. Basta, per carità. Non ne posso più degli intolleranti come quelli. Andate a masturbarvi nella vostra cattedrale dell’ignoranza, a idolatrare quel passato che con ogni probabilità conoscete meno di me, il che è tutto un dire.

Quando poi faccio questi discorsi, anche solo a me stesso, alla fine mi dico: “no ma guarda che la realtà è che tutti oramai capiscono sta cosa, ti fai problemi per nulla”. Poi esce un Fabio Perugia qualsiasi che si indigna perchè per caso (per caso? ahahahha, va bè) trova i commenti antisemiti sul blog di Grillo e sente la società minacciata da un nuovo vecchio male (o vede un bel caso con cui fare pubblicità a sè e al suo giornaletto?).

Per carità, Fabio, va bene che sei un giornalista ma perchè devi sminuire gratuitamente agli occhi della gente che (non) ti legge la tua capacità di discernere il reale dalle fantasie? Nessuno crede alla tua buona fede, dai. Non avevi proprio niente di meglio da smascherare quel giorno? Potevi chiamare il Gabibbo, magari aveva qualcosa che non riuscivano a far stare nella programmazione di Striscia, se la fanno ancora, e avevi il tuo scoop comunque.

Un problema reale, hai detto, ai microfoni del TG1. Ma che belle parole, ma che bella reclam. Il carosello a quell’ora è ufficialmente in disuso da prima che io nascessi eppure lo ripropongono costantemente su sei reti televisive sei, ogni giorno, da decenni. Ed eccoti lì, Fabio, a fare bella presenza, con la tua presa di posizione che con tutta la buona volontà non riesco a non definire diffamatrice e ipocrita. Non starò a spiegarti perchè, tanto lo sai già.

Secondo te la minaccia neo-fascista sorgerà da quattro commenti sul blog di uno come Grillo? Hai paura che delle teste rasate vadano in giro di giorno a picchiare gli ebrei o i negri aizzati dalle grida di Grillo contro Mastella e contro i pomodori importati? Lo sai che quelli di un centro sociale a Milano hanno dato fuoco a un neonato centro neo-fascista o simile, non tanti mesi fa? Neonato intendo aperto da un giorno. Hanno fatto bene? Male? Non sto nemmeno qua a sindacare, sono scontri in cui non mi permette nemmeno, dal basso della mia ignoranza, di mettere becco.

Però da ignorante quale io sono, l’ignoranza la so identificare molto bene. Quello che trasudava dal tuo articolo e ancora più dall’affare che ne è saltato fuori, con tanto di 90 secondi di servizio al TG1 in prima serata, sono questo genere di cose: ipocrisia, volgarità, paraculaggio, clientelismo, diffamazione. L’hai fatto coscientemente, questa è la realtà. Oppure devo pensare che sei un po’ un coglione alle prime armi, uno che non si rende conto di quello che fa e delle conseguenze di quello che scrive. Che ci starebbe, tutti possono sbagliare ma almeno dimmelo, ora, a giochi fatti. Siamo tra amici, siamo giovani, dobbiamo maturare, se sbagli puoi essre perdonato, basta che lo ammetti e anzi, ti sarà reso onore perchè sbagliare è facile, saperlo ammettere molto meno.
Che poi capiamoci, non mi frega parecchio della pubblicità negativa che hai fatto a Grillo, non perchè non mi freghi di Grillo, approvo parecchio di quello che fa, ma non è questo il punto. Il punto, Fabio, è l’onestà intellettuale. Ti chiedo: non c’era propio niente altro di più importante, nessun “problema reale” più importante per i tuoi lettori da scoprire, della storiella di quattro ragazzi che scrivono frasi, odiodiodiodio, antisemite, sul blog di Grillo?

Che poi, dimmi, tu lo segui sempre così tanto? Così tanto da leggerti tutti i commenti anche? Guarda che è raro sai? Non è che eri lì apposta? Tu o qualcuno ancora sotto di te, o qualche amico che ti ha fatto la segnalazione?

Fabio, non mi tornano tante cose, non sopporto l’ipocrisia, non sopporto l’intolleranza e il razzismo di quelli che dicono cose come quelle che tu hai avuto il coraggio di scrivere su un quotidiano di portata nazionale.

Sei razzista Fabio? Lo sai che a me sembrano più razzisti e soprattutto più pericolosi quelli che dicono di indignarsi quando leggono quel genere di affermazioni di quelli che le scrivono? Sai che io sono preoccupato perchè un “problema reale” sono le persone come te e non quelli che scrivono commenti razzisti sui blog?

A margine, hai mai sentito parlare di “legge sulla privacy?” Non è stato carino far mostrare al TG1 le email personali che hai ricevuto con tanto di firma dell’autore… mentre il TG1 parlava di minacce che, perlomeno su quella email, non comparivano nemmeno mettendoci molta fantasia.

Fabio Fabio… che figuraccia. Pentiti, e sarai perdonato. Coraggio, non è difficile, basta chiedere scusa. Non farlo in pompa magna, non serve un servizio al TG nè un articolo sul giornale. Basta che tu lo dica da qualche parte, sul tuo blog, se ne hai uno o se sai cosa è un blog, o anche con un commento qua sotto. Non mi interessa la tua testimonianza per riabilitare Grillo, non credo ne abbia bisogno lui nè il suo movimento. Io lo sto dicendo per te e per qualcosa che mi prendo la responsabilità di chiamare “etica professionale”. Coraggio, non è difficile, dopo ti garantisco che ti sentirai meglio.

Attendo fiducioso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: