Il Blog del Della (2005 – 2010)

Libertà di espressione e collaborazione, dall'Open Source al Social Networking. Pensieri e informazione da Daniele Dellafiore.

Il Papa e i Media

Cristo, nonostante tutto riesco ancora a restare esterrefatto di fronte alla vuotezza di certi discorsi. Il Papa parla e affronta la scottante e attualissima tematica del potere dei media e dell’influenza che hanno sulla vita quotidiana. Breaking News! Quante novità in un solo discorso. I notizianti, là fuori, riportano tutti lo stesso trafiletto e leggendo il testo completo la situazione è realmente agghiacciante. La versione in pillole riportata un po’ ovunque è quel genere di pillola che va bene per tutti. “Bisogna stare attenti che i cattivi non facciano cose cattive con delle cose che magari sono anche buone, ma se le usano i cattivi diventano cattive. Modelli distorti.”. E’ vero, spesso i media parlano di preti che violentano bambini ma non sempre i modelli sono così distorti dai.

La cosa che mi lascia più basito è che la denuncia che Benedetto fa, oltre a sembrare un discorso di circostanza pieno di luoghi comuni stra noti, non finisce per dire nulla di nulla. Il pubblico viene messo in guardia da un rischio che sta correndo e non è più possibile evitare di affrontare, borbotta qualche frase di approvazione e alla fine applaude. Poi alla fine ci pensa e dice: “sì ok, magari c’erano anche delle cose vere, ma adesso?”. Il nulla. Benedetto saluta i suoi fedeli senza dar loro uno straccio di indicazione, una via da seguire per individuare il problema nel concreto, per poterlo risolvere. Non una frase. Non un segnale. Non un indizio. Il popolo è lasciato così, con un messaggio di un “grande problema da risolvere” senza però che il vate si pronunci in merito.

Tutto quello che riesce a dire in proposito è:

“questa un’occasione preziosa per ridisegnarlo [il volto della comunicazione], per rendere meglio visibili, come ebbe a dire il mio venerato predecessore Giovanni Paolo II, i lineamenti essenziali e irrinunciabili della verità sulla persona umana”.

Ok, quindi capiamo che, e in realtà ce lo disse il buon vecchio (venerato) JP2, l’idea è cercare i lineamenti della verità sulla persona umana. La Verità quindi. Bene, in che direzione?

“La verità che ci rende liberi è Cristo, perché solo Lui può rispondere pienamente alla sete di vita e di amore che è nel cuore dell’uomo.”

Esticazzi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: