Il Blog del Della (2005 – 2010)

Libertà di espressione e collaborazione, dall'Open Source al Social Networking. Pensieri e informazione da Daniele Dellafiore.

Ascolto solo musica fatta da donne

Mi sono accorto che da qualche anno, se si escludono un paio di artisti che ascolto sempre poche rare eccezioni, tutta la musica nuova che inizio ad ascoltare e’ scritta, suonata e cantata da donne.

Gia’ un anno fa creai su jango una playlist “girls” con un po’ delle artiste che ascoltavo in cui a fianco delle piu’ note Diana Krall e Norah Jones c’erano anche Aimee Mann, Madeleine Peyroux e soprattutto Regina Spektor. Di recente, in quel periodo, avevo anche ascoltato qualcosa di Ani Difranco attratto inizialmente dalla adorabile Little Plastic Castle.

Regina Spektor

C’era poi tutto il filone delle “women”, da Nina Simone a Joan Baez ma resta in parte un’altra storia.

Musicalmente parlando, eravamo arrivati alla fine del 2007. Buona parte del 2008 e’ stata dominata dal fatto che i miei artisti preferiti hanno sfornato i loro due dischi nuovi e io sono quindi stato travolto da quwei dischi e dai concerti di Adam e di Tod.

Quando poi a settembre ho ripreso i sensi, ecco una nuova ondata ancora una volta quasi tutta al femminile. Sento un pezzo di Emiliana Torrini alla radio e mi resta in testa. Il disco, Me and Armini, e’ stato uno dei miei ascolti preferiti dell’autunno: quieto e rilassante ma non noioso, si passa sopra il fatto che, mi pare, le liriche siano un poco troppo monotone e non brillanti, ma non ci ho fatto caso piu’ di tanto.

Emilina Torrini

Poi, complice la storia della raccolta Duets, ho comprato una Essential Collection della Sinatra. Infine, complice il viaggio a Tel Aviv, sono giorni che non riesco a staccare le orecchie dalla musica di Rona Kenan, in attesa dell’arrivo dei dischi.

Questa e’ un po’ la cronistoria ma il media player qui di fianco continua a sparare random pezzi al femminile, ad esempio ora ascoltavo Wanda Jackson, scoperta per un pezzo sulla colonna sonora di Rocknrolla, e dopo e’ partita Alicia Keys.

Era un po’ che sta cosa mi girava per la testa, ora l’ho scritto. Chi sa perche’.

I wanna live with a musician. She’d write songs at home and ask me what I thought of them, and maybe even include one of our little private jokes in the liner notes.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: