Il Blog del Della (2005 – 2010)

Libertà di espressione e collaborazione, dall'Open Source al Social Networking. Pensieri e informazione da Daniele Dellafiore.

Ritornare a essere organizzati

Ricominciare la vita del freelance “sul serio” richiede soprattuto organizzazione. Tutto il resto, idee, opportunita’, competenze e talento emergeranno solo se saro’ in grado di raggiungere un adeguato ritmo: essere concreto e pragmatico, avere obiettivi brevi e ben definiti, ottenere una sempre migliore organizzazione del lavoro al fine di essere produttivo, sereno e con il giusto mix di calma e tensione.

Spot(F)light by Firenzesca on Flickr

Spot(F)light by Firenzesca at Flickr

Sono un convinto sostenitore del “poche cose fatte bene” e mettere in pratica questa linea guida richiede disciplina.  Nel frattempo serve anche stare attenti a non fregare quella parte creativa e quella un po’ caotica che e’ parte essenziale di questo genere di percorsi. Come quando si fa un viaggio un po’ all’avventura, in realta’ c’e’ dietro molta organizzazione che non va data per scontata: si ha sufficiente esperienza per gestire in scioltezza ma per ottenerla si e’ passati attraverso parecchi altri viaggi e svariati fallimenti.

Serve infine adattarsi anche al particolare momento storico e mi riferisco qui al mio personale momento storico. Ho necessita’ di ricaricare le batterie ma anche molta voglia di fare subito qualcosa, quindi riassumo gli obiettivi, le cose da fare, quelle da evitare e quelle da scartare,

Mi limito in questo post a fare un sunto, ampliero’ in articoli successivi le singole parti. Aggiunta finale: il blog “ridisegnato” e’ il primo esempio di “ripulire” dagli sprechi. Il tema frugal e’ proprio quello che mi serviva e casualmente lo ho scoperto proprio ieri sera usato in uno dei miei blog preferiti. Essenziale, direi addirittura minimale, concentrato sui contenuti.

Eliminare gli sprechi e l’ansia
Lo spreco di tempo e’ il Male supremo. La mancanza di regole semplici da applicare con regolarita e il disordine sono le cause primarie. Il risultato e’ ansia, la conseguenza ultima e’ la scarsa capacita’ di concretizzare risultati. Il concetto chiave da comprendere qui e’ che l’ansia e lo stress non sono figli del fare troppe cose, ma del lasciare indietro troppe cose non fatte.

Raccogliere e consolidare l’esistente
Nei primi giorni si funziona comunque a basso regime quindi meglio concentrarsi su qualcosa di semplice e potenzialmente remunerativo in termini di energia vitale. Raccogliere quello che si e’ fatto serve per realizzare che, ehi, qualcosa si e’ davvero fatto! Inoltre e’ un buon momento per recuperare pezzi di lavoro riutilizzabili. Altra attivita’ correlata e’ quella di ridare organicita’ alla propria presenza online personale e soprattutto professionale, aggiornando il Linkedin di turno e magari compilando un resume online.

Portare a uno step successivo i progetti piu’ concreti e vicini
Appena recuperate le energie, serve fare qualcosa che dia risultati concreti nel giro di pochi giorni di lavoro. Meglio quindi concentrarsi su progetti in fase piu’ avanzata e completare quella cosa che e’ li’ che attende da due mesi piuttosto che riprendere lavori a meta’ o iniziare qualcosa di nuovo. Risultati Subito e’ basilare.

Non perdere di vista gli elementi collaterali
Se si sono prese delle buone abitudini durante i mesi o anni precedenti, e’ bene non perderle. Ad esempio io ho iniziato a fare un po’ di attivita’ sportiva da quasi un anno e non ho mai mollato. E’ il caso di continuare e anzi di approfittare di un po’ di tempo in piu’. Al contempo e’ bene prendersi nel primo mese del tempo per recuperare qualche buona abitudine che ci si e’ un po’ trascurato: qualita’ del cibo, recuperare quialche contatto abbandonato, farsi un weekend fuori citta’ con gli amici e ricominciare a lasciare passare per la testa i pensieri positivi e un po’ sognatori… perche’ alla fine forse sta tutto li’, essere concreti senza mai smettere di sognare, per poter realizzare i sogni che “avevi da bambino”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: